SPARRING PARTNER

-ITA-

Chiunque di noi abbia mai approcciato uno o più sport da combattimento conosce bene la differenza tra allenarsi "al sacco" e confrontarsi sul ring con un altra persona. Venire colpito, affrontare mosse impreviste e soprattutto lo stress del combattimento rendono tutto più complicato e realistico, tanto da rendere indimenticabile la prima volta.

Se ci pensate bene, anche il tiro operativo o difensivo può essere definito "da combattimento", ne consegue quindi che integrare i nostri allenamenti con qualche tipologia di sparring (ovviamente non letale) dovrebbe essere fondamentale.

In Europa sono sempre di più le strutture professionali che offrono ai propri clienti la possibilità di allenarsi "Force on Force" potendo provare in prima persona le vere sensazioni di un conflitto a fuoco, sfruttando repliche non letali delle armi che utilizziamo per lavoro o per passione. Consigliamo a chiunque intenda avere una visione a 360° del tactical shooting di sfruttare queste strutture il più possibile, in quanto offrono un contributo fondamentale sia nella formazione che nella consapevolezza.

Ma cosa possiamo fare durante i nostri allenamenti al poligono?

Sicuramente al poligono non sarà possibile confrontarci con altre persone, ma possiamo sicuramente cambiare le nostre abitudini, inserendo espedienti che ci possano far interagire con il bersaglio, abituandoci a considerarlo come fosse una minaccia e non un semplice pezzo di carta. Come nella boxe, con il tempo, si svilupperà la capacità di improvvisare e reagire, processi che fino ad ora vengono quasi totalmente trascurati in allenamento.



-ENG-

Anyone of us who has ever approached combat sports knows the difference between "heavy bag" training and competing in the ring with another person. Getting hit, facing unexpected moves and above all the stress of fighting make everything more complicated and realistic, so much so that the first time is unforgettable.

If you think about it, even the operative or defensive shooting can be defined as "combat", it follows that integrating our training with some type of sparring (obviously non-lethal) should be fundamental.


In Europe, some professional structures offer their customers the opportunity to train "Force on Force" being able to experience firsthand the true sensations of a firefight, using non-lethal replicas of the weapons we use for work or passion. We advise anyone wishing to have a 360 ° view of tactical shooting to exploit these structures as much as possible, as they offer a fundamental contribution both in training and awareness.

But what can we do during our training at the shooting range?

Surely at the shooting range it will not be possible to compare ourselves with other people, but we can certainly change our habits, inserting tricks that can make us interact with the target, getting used to considering it as a threat and not a simple piece of paper. As in boxing, over time, the ability to improvise and react will develop, processes that until now have been almost totally neglected in training.

77 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Subscribe to Updates

  • Facebook - White Circle
  • Instagram - White Circle

©2020 by UTAC. Proudly created with Wix.com